sabato 3 luglio 2021

E' estate: buone vacanze

E' estate. Come di consueto, questo blog verrà aggiornato con scarsa continuità e convinzione e solo per cose particolarmente rilevanti. Le pubblicazioni più o meno regolari riprenderanno verso la metà di settembre [SGA].

Il centenario del Partito Comunista Cinese. Il Nuovo Mondo è cominciato

 

Una nuova epoca nella storia del genere umano è cominciata.

Raggiunto lo stadio del socialismo moderatamente prospero, la Cina si prepara a diventare la più grande potenza produttiva mondiale.
Ancor prima dell'epoca del socialismo del XXI secolo, questa è però l'epoca in cui avrà definitivamente termine la supremazia statunitense e occidentale.

Prima che ciò avvenga - e in maniera non dissimile da quanto numerosi intellettuali da Engels a Nietzsche avevano previsto alla fine del XIX secolo - gigantesche guerre tra visioni del mondo cercheranno di portare il pianeta verso lo scontro militare vero e proprio, che sarebbe lo scontro militare definitivo.

Tocca a tutti noi scongiurare questo scenario, nel quale gli Stati Uniti e i loro vassalli politici e funzionari intellettuali nell'ordinamento castale capitalistico vogliono precipitarci, per irresponsabile sete di dominio globale e profitto.
Alla catastrofe, contrapponiamo l'idea di una comunità internazionale dal futuro condiviso [SGA].











 











Lettere di Deleuze agli amici filosofi


 

Edgar Morin ha 100 anni

 










mercoledì 30 giugno 2021

Il messaggio dell'Imperatore

Integrati i fondamentali della scissione populista nel tradizionale universalismo imperiale dei diritti umani, gli Stati Uniti ricompattano il fronte del suprematismo occidentale per cercare di arrestare la Grande Convergenza e la Grande Redistribuzione del potere e delle risorse globali.

I paesi della stessa Nato sono perplessi, consapevoli che i propri interessi non sempre convergono con quelli dell'impero, ma non hanno la forza di resistere, anche per via della scarsa autonomia dell'unione europea.
Gioiosamente pronto alla guerra è invece, come sempre, il circo dell'industria dei media.
Al tradizionale servilismo opportunista della stampa italiana verso gli americani, qualcuno aggiunge poi quel pizzico di amore vero che lo porta a scodinzolare senza ritegno. Arf, Arf [SGA].












La schiavitù e le origini del razzismo: Michel

 

Brava Di Cesare a segnalarlo. Spesso l'ho criticata ma quel che è suo è suo [SGA].

Nei paesi della libertà e dei diritti umani

 




Rovelli e la relatività generale