domenica 11 giugno 2017

L'uomo che non sapeva piazzare le bombe: una biografia di Claus von Stauffenberg

Peter Steinbach: l’uomo che voleva uccidere Hitler. Claus von Stauffenberg e l'operazione ValkiriaEdb, pagine 144, euro 12,50

Risvolto

L’ufficiale tedesco Claus von Stauffenberg, discendente di un’aristocratica famiglia cattolica della Baviera, ebbe un ruolo di primo piano nella progettazione e nell’esecuzione dell’attentato del 20 luglio 1944 contro Adolf Hitler e nel successivo tentativo di colpo di stato. Al complotto parteciparono anche altri militari, tra i quali il generale Ludwig Beck, già capo di Stato Maggiore della Wehrmacht, e il generale Henning von Tresckow, esperto in strategia. L’attentato, denominato «operazione Valchiria» – reso celebre dall’omonimo film con Tom Cruise – doveva avvenire nella sede del quartier generale di Hitler, la cosiddetta Tana del Lupo, a Rastenburg, ma fallì.Hitler sopravvisse quasi incolume all’esplosione, i congiurati vennero arrestati dalle SS e dalla Gestapo, torturati e trucidati spesso senza nemmeno un processo (Stauffenberg fu fucilato alla schiena) e le loro ceneri furono sparse nelle fogne cittadine. 
Sommario 
I. Stauffenberg tra mito e realtà. II. I fatti e le conseguenze. III. L’immagine di Stauffenberg dopo il 1945. IV. Origini, gioventù e formazione. V. La carriera nell’esercito tedesco. VI. I successi militari di Hitler. VII. La preparazione dell’attentato. VIII. Il 20 luglio 1944. IX. La fine. Tavola cronologica. Letteratura scelta. Appendice fotografica. 
Note sull'autore 
Peter Steinbach, storico e politologo tedesco, ha insegnato Scienze politiche e Storia moderna nelle Università di Passau, Berlino, Karlsruhe e Mannheim. Studioso della resistenza contro il nazismo, è autore di numerose pubblicazioni e direttore scientifico, con Johannes Tuchel, del Memoriale della resistenza tedesca a Berlino. In italiano è stato tradotto il suo libro Testimone nel fuoco (Bruno Mondadori 2008).

Esce la biografia dell'ufficiale tedesco che il 20 luglio 1944 guidò il fallito colpo di Stato contro il Führer. Una figura a lungo dimenticata anche in patria

Avvenire Roberto Festorazzi venerdì 9 giugno 2017 

Nessun commento: